I Burgundi (413-534)

I Burgundi

(413-534)

Anteprima
La sfortunata parabola della popolazione barbarica dei Burgundi, qui ricostruita in una sintesi che attinge a fonti testuali e archeologiche, ha lasciato di sé nella storia tracce non leggere: da quella lex Gundobada ritenuta da molti giuristi moderni un importante esempio di legislazione avanzata e liberale, al nome della regione Borgogna, al più celebre frutto dell’epica germanica, quella Canzone dei Nibelunghi che evoca in modo eroico e leggendario la fase più conflittuale e traumatica della loro vicenda. Conoscere questa parabola significa riappropriarsi di un tassello fondamentale della formazione dell’Europa medievale.

Dettagli libro

Sull'autore

Biagio Saitta

Biagio Saitta è professore ordinario di Storia medioevale nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Catania. Tra le sue pubblicazioni: La ‘ciuilitas’ di Teoderico. Rigore amministrativo, “tolleranza” religiosa e recupero dell’Antico nell’Italia ostrogota (Roma 1993) e L’antisemitismo nella Spagna visigotica (Roma 1995). Per la Viella ha curato il volume Città e vita cittadina nei paesi dell’area mediterranea. Secoli XI-XV (2006).

Ti potrebbe interessare

Nuovo

, e 5 altri