Gli occhi del principe Castelvetrano: uno stato feudale nella Sicilia moderna

Gli occhi del principe

Castelvetrano: uno stato feudale nella Sicilia moderna

Anteprima
Nel clima di contrapposizione e scontro che caratterizzò l’ultima fase del dominio austriaco in Sicilia, il principe don Diego Pignatelli Aragona Cortes (1687-1750) promosse un’indagine conoscitiva su «tutti gli stati, effetti, rendite e giurisdizioni» da lui posseduti nel Regno di Sicilia, che servisse a chiarirgli le caratteristiche proprie di ogni feudo e università, a dimostrazione dell’attenzione che il potere feudale rivolgeva all’organizzazione della realtà locale. L’analisi del prezioso documento, alla luce di numerose altre fonti coeve, consente all’autrice di penetrare all’interno del sistema di «governo del feudo» e della realtà economica e sociale di Castelvetrano, grosso centro baronale siciliano della prima metà del Settecento. E di recuperare inoltre interessanti frammenti della vita politica locale, grazie alla ricostruzione delle vicende secolari e dei processi di mobilità di un gruppo di famiglie che costituivano il ceto dirigente della comunità.

Dettagli libro

Sull'autore

Rossella Cancila

Rossella Cancila, professore di Storia moderna presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Palermo, ha condotto ampie ricerche sulla Sicilia del Cinquecento, occupandosi soprattutto delle problematiche di natura fiscale e delle loro implicazioni sul piano politico e sociale, cui ha dedicato in particolare il volume Fisco ricchezza comunità nella Sicilia del Cinquecento (Roma 2001).

Ti potrebbe interessare

EPUB PDF

EPUB PDF